MomClass: Le caratteristiche di un blog professionale

Durante il Social Family Day del 9 Giugno, svoltosi a Milano con l’impeccabile organizzazione di Fattoremamma, noi di ReteLab abbiamo presentato due corsi base sui temi del blogging professionale.

Come più volte abbiamo detto, il termine professionale non implica che il blog debba diventare per tutti una professione: anche un hobby può essere svolto professionalmente, se si mettono in moto piccoli accorgimenti.

Il nostro corso è stato una piccola infarinatura di buon senso, basata sulla nostra esperienza personale, e sui risultati che abbiamo ottenuto per noi stessi: abbiamo cercato di raccontare uno dei possibili modi per fare blog.

Siccome il numero dei partecipanti era limitato, abbiamo pensato di pubblicare un piccolo riassunto dei temi trattati: le lezioni complete entreranno a far parte della piattaforma di ReteLab, che speriamo di aprire presto (prima o poi dovremo pur uscire dalla fase beta, pure noi…).

In futuro, dunque, questi gli scenari di ReteLab:
– l’apertura della piattaforma di ReteLab riservata a coloro che sono iscritti a questo blog, con accessi differenziati a seconda delle peculiarità o necessità di ciascuno: con consulenza gratuita o con abbonamento;
– la conseguente apertura di uno spazio dove discutere di temi legati al blogging, professionale o professionista, facendo anche ‘comunità’ online;
– la possibilità di iscriversi a webinar online oppure di richiedere consulenza via skype.

Il MomClass

Vi raccontiamo i MomClass ponendovi un po’ di domande. Invece di ‘insegnarvi’ qualcosa, vi invitiamo a rispondere alle nostre domande, per capire da dove cominciare a lavorare.

Oggi la prima parte, sulle caratteristiche del blog professionale. Nei prossimi giorni parleremo anche della questione commerciale: come cercare uno sponsor, come preparare una lettera di presentazione, come monitorare le performance del blog…

Le basi: il blog dall’aspetto professionale

Un Template pulito non è un vezzo: mai come in questi casi ‘Less is more’.
1) Hai eliminato tutti i fronzoli? Pulsanti, background, musica, brillantini…
2) Stai usando un font web safe? Link: http://www.w3schools.com/cssref/css_websafe_fonts.asp
3) Stai usando colori web safe?

Un blog ha delle misure standard, necessarie per ospitare banner, ma anche per essere visibile da tutti i dispositivi.
1) Il tuo blog ha una misura tra i 960px/1000px di larghezza?
2) La tua sidebar misura almeno 300px di larghezza?
3) Conosci le misure standard dei banner? Link: Formattazione degli annunci Google.
4) Conosci le mappe termiche di Google? Link: Ottimizzazione home page blog.

Un blog professionale deve essere trovato, e deve fornire informazioni su: chi siamo, cosa facciamo, come lo facciamo, come puoi contattarci.
1) Sul tuo blog, hai inserito una pagina ‘about’ con i tuoi contatti?
2) Il titolo e il claim, raccontano la mission del blog?
3) Hai un buon menu di navigazione, dove i lettori possono trovare subito le categorie principali del tuo blog?
4) Hai inserito i pulsanti social scegliendo di usare solo i social davvero utili per te?
5) Hai inserito un pulsante per abbonarsi ai feed del tuo blog?

I contenuti

Content is the king. La regola continua ad essere: scrivere tanto, scrivere bene, scrivere per le persone e non per i motori di ricerca.

1) Il tuo blog è comprensibile per un nuovo utente, o per capire un post bisogna conoscere tutta la tua storia?
2) I tuoi contenuti sono originali o ti capita spesso di copiare?
3) Sei appassionato, autorevole ed esperto degli argomenti trattati sul tuo blog?
4) Hai inserito un motore di ricerca per gli utenti?
5) Usi foto di tua proprietà ben scattate, o usi comunque foto professionali?

SEO di base

Impossibile raccontare il SEO, sempre che lo si voglia raccontare: noi, ad esempio, pensiamo che prima di tutto occorra avere buoni contenuti. Senza contenuti da indicizzare, il SEO è una perdita di tempo inutile.

1) Usi titoli coerenti e intelligenti, facili da ricercare sui motori di ricerca?
2) Controlli lo slug o URL del post, per renderlo coerente con le ricerche degli utenti?
3) Usi accorgimenti che semplificano ai lettori la lettura dei post, come neretto, titoli, paragrafi…?
4) Riduci sempre le dimensioni delle foto prima di caricarle sul blog, e assegni loro un nome e un ALT coerenti con il post?
5) Hai organizzato in modo coerente la tassonomia del blog, con categorie, tag, menu…?

16 commenti su “MomClass: Le caratteristiche di un blog professionale”

  1. bene bene ! quanti compiti da fare !!
    grazie ! non mancherò di verificare le cose che suggerite !
    soprattutto perchè rinunciare al mom class di sabato è stato il mio unico rimpianto del #mammacheblog !

  2. Molto interessanti le prospettive formative che aprirete con Retelab oltre quelle già presenti.
    Anche io ho il gran rimpianto di non avervi potuto conoscere di persona e di non aver assistito ai momclass.

    A questo punto anche per me tanti compiti da fare e aspetto con trepidazione l’uscita dei webinar online perché ho tanta voglia di studiare ma di fare solo l’autodidatta non ho più voglia (magari è anche la stanchezza e il desiderio di vacanza) e soprattutto ho voglia di un confronto più diretto con chi è più competente 🙂

  3. Sono entusiasta di quanto appreso durante il corso e di avervi finalmente conosciuti. E’ stato un piacere tornare dietro ad un banco per la vostra lezione 😉
    Ci sentiamo presto ho la testa che frulla di idee ed è anche merito vostro.
    Un abbraccio
    Sonia

  4. Grazie… come sempre… 😉
    Io devo verificare bene se ho seguito tutte le vostre indicazioni… forse su qualche punto non ci siamo ancora.

    Ho un dubbio (uno solo??? ah ah ah… ) sul background. Io ci ho provato a mettere lo sfondo bianco (che più bianco non si può!) al mio blog, ma sarà per l’impostazione della grafica e per come sono messe le foto… proprio mi sembrava vuoto e triste!
    E allora ci ho rimesso il mio amato sfondo a pois… del resto, vedo che anche Retelab non è tutto bianco, ma ha il suo bel “fondale” grigio, che ci sta pure bene.
    Ecco… volevo capire se i miei pois sono da considerarsi fronzolosi, o se per il tipo di blog che è, possono pure starci… 😉

    ciao ciao
    Chiara

      • Il problema è che sto usando uno sfondo predefinito di blogger, e la scelta del colore è molto limitata… pensa che quello è il più chiaro che riesca a fare, stando sull’azzurro… a meno di non metter mano all’html, ma farei più danni che altro perchè non ci capisco un’acca 🙁

        L’alternativa sarebbe assoldare mio marito per fare uno sfondo da caricare… tempi più lunghi… 😉

        E l’altra alternativa… quella radicale… far rifare tutto a chi lo fa di mestiere… ma non sono ancora pronta psicologicamente, perchè ci sono tanti dettagli che ancora non ho deciso, e quindi sono in alto mare!

        Grazie comunque per il tuo parere 🙂

Lascia un commento