Gestione di gallery con WordPress

Una gallery (o galleria) è una raccolta di immagini o foto, presentate al lettore in modo che possa vederle come un album, con tante immagini in miniatura che se cliccate permettono di vedere la foto intera.

WordPress dispone di molti strumenti per gestire e visualizzare le gallery:

  • il sistema più semplice è integrato in WordPress stesso e non richiede alcuna configurazione;
  • per chi vuole funzionalità più avanzate, esistono molti plugin gratuiti facilmente installabili ed utilizzabili (esamineremo il più diffuso);
  • è possibile anche convertire una installazione WordPress in una vera e propria photo gallery, tramite plugins, temi, o un mix di entrambi.

Trasferire un blog da Splinder a WordPress

Splinder è stata una delle prime piattaforme di blog in Italia, e credo tra le prime al mondo. Sia io che Barbara siamo entrati nel mondo dei blog con Splinder, nel 2003: allora eravamo poche migliaia in tutta Italia, i blog erano una novità, e per lo più di tipo artistico: letteratura, poesia e introspettivi.

Io e Barbara, come abbiamo già raccontato più  di una volta, ci siamo conosciuti proprio su Splinder 🙂 Ho conosciuto anche molte persone di cui poi sono divento amico, quindi Splinder mi è rimasto un po’ nel cuore, anche se da anni non lo frequento nè utilizzo più.

Purtroppo da alcuni mesi non accetta più iscrizioni, e girano voci non confermate sul fatto che prima o poi chiuderà: come molti pionieri forse non è riuscito a cavalcare l’onda e a far diventare la piattaforma economicamente conveniente, o almeno autosostenibile.

Dato che da un po’ di tempo stiamo ricevendo sempre più richieste di conversione da Splinder a WordPress, ecco un breve tutorial che spiega come procedere.

Continua a leggereTrasferire un blog da Splinder a WordPress

Programmare un articolo con WordPress

Lo sapevi che con WordPress puoi programmare i tuoi articoli per pubblicarli anche a distanza di tempo? WordPress ti permette di ‘schedulare‘ i tuoi post in modo che vengano pubblicati nel giorno e all’ora che vuoi.

Per esempio sai che ti prenderai qualche giorno di vacanza, ma non vuoi rinunciare ad aggiornare il tuo blog? Oppure per un po’ di giorni hai del tempo libero ma sai che dopo sarai troppo impegnata per scrivere post?

La soluzione è semplice: scrivi i tuoi articoli tempo prima, e programmane l’uscita per quando sei assente. In questo modo potrai collegarti per rispondere ai commenti, ma non dovrai lavorare in vacanza o di notte 🙂

Continua a leggereProgrammare un articolo con WordPress

3 cose che non devono mai mancare in un blog

Ogni giorno seguo i feed di migliaia di blog e siti, e a dire il vero non mi bastano mai. Leggere i blog altrui fa parte del mio aggiornamento continuo: è importante sapere cosa dicono e cosa fanno gli altri, è divertente tenersi in contatto, è cortese lasciare commenti ai propri blog preferiti.

Ma non si può seguire tutto, e la marea di informazioni è ogni giorno più grande. Questo implica una scrematura, che quotidianamente va fatta sulle proprie letture, per leggere ciò che davvero ci sembra interessante.

Continua a leggere3 cose che non devono mai mancare in un blog

Come fare il backup del blog

Se avete un blog o qualunque tipo di sito web, dovete fare il backup, e farlo spesso e in maniera corretta.

Il backup è un salvataggio completo dei dati, quindi sia dell’aspetto grafico del sito, sia dei contenuti, e dovrebbe essere fatto in modo da permettervi di ripristinare il sito nel minor tempo possibile.

Esistono diverse tipologie di backup, ed esistono tecnici e intere aziende specializzate esclusivamente in questo settore: quindi in questo articolo scalfiremo solo il discorso, concentrandosi su ciò che può essere utile per un blogger porfessionista, e soprattutto per chi aspira a diventarlo.
Se lo leggerete con attenzione e applicherete le procedure, in caso di disastro passerete da: “oddio ho perso tutto” a “accidenti, mi ci vorrà qualche ora a ripristinare tutto”.

Ricordo che nel visitare il datacenter di una delle migliori aziende di hosting italiane, l’ingegnere nel farmi vedere la sala di controllo mi disse: “qui monitoriamo tutti i server e siamo in grado di intervenire velocemente se qualche server ha dei problemi”. Poi si corresse subito: “volevo dire quando qualcuno ha dei problemi”. Un bravo ingegnere. Si perchè i disastri succedono: e mentre è impossibile evitarli, è invece possibile prepararsi ad affrontarli nel miglior modo possibile.

Continua a leggereCome fare il backup del blog

Come migliorare l’aspetto del blog

Per un prodotto editoriale, quindi anche per un blog, l’aspetto estetico è importante ed esistono regole di stile che devono essere rispettate. Resta scontato il fatto che i contenuti devono essere validi, ma aspetto estetico brutto, oppure scelta di soluzioni sbagliate possono allontanare lettori prima ancora che inizino a leggere.

Ogni contesto ha le sue regole, il suo “dressing code”, e così come non va bene presentarsi ad un matrimonio in pantaloncini corti e infradito, oppure andare a giocare a tennis in giacca e cravatta, allo stesso modo sarà necessario avere la giusta sensibilità anche online, per capire che cosa può essere fatto e cosa no.

Alcune scelte estetiche sono universalmente negative, altre sono sconvenienti in certi contesti, altre sono soggettive. A differenza  dell’articolo precedente, Cose da fare e da non fare in un blog, in cui mi concentravo sui comportamenti del blogger, qui mi concentrerò sugli aspetti estetici del sito.

Continua a leggereCome migliorare l’aspetto del blog

Cose da fare e da non fare in un blog

E’ impossibile dare delle regole generali, però posso dire per esperienza che ci sono alcune cose, comportamenti o atteggiamenti che vi faranno matematicamente perdere visite o allontanare visitatori. Altre che invece invoglieranno i lettori a leggere e ritornare.

A meno che il vostro non sia un blog totalmente introspettivo, per cui non vi interessa nulla di avere visite, è ovvio che vorrete sapere che cosa può far aumentare visitatori, commenti e pageviews.

La regola base è semplice: bisogna scrivere cose che piacciono ai potenziali lettori, in modo piacevole, ed evitare cose che non piacciono, scritte in modo sgradevole. Come dice sempre Barbara: scrivete quello che vorreste leggere.

Quindi anche se non esistono regole universali,  esistono alcune cose da fare sicuramente, e altre cose da non fare assolutamente. Quelle che in inglese si chiamano do’s and don’ts. Vediamole!

Continua a leggereCose da fare e da non fare in un blog

Checklist per pubblicare un post

Che cosa distingue i professionisti dagli hobbisti? sicuramente molte cose, ma secondo me la differenza fondamentale è una: i professionisti hanno delle procedure, gli hobbisti no. Quindi se vogliamo diventare professionisti, dobbiamo adottare delle procedure.

Le procedure non sono altro che sequenze di attività che possano essere ripetute senza commettere errori. A me piace scriverle: ho sempre fatto lavori che richiedono l’utilizzo del cervello per ragionare più che per memorizzare,  e non riesco proprio a sprecare neuroni per ricordare liste di cose :-). Molto più semplice scriverle, così nel tempo si possono migliorare, correggere, aggiustare, sino ad avere una sequenza precisa.

La sequenza di attività per pubblicare un post corretto non è banale:  Barbara preferisce tenerla a mente che scriverla. Io che sono pigro e smemorato  ho scritto una checklist e sono sicuro che tornerà utile anche a molti di voi.

Ecco la mia checklist attuale:

Continua a leggereChecklist per pubblicare un post

I passi fondamentali per aprire un blog WordPress – Parte II

Ora che abbiamo registrato un nome di dominio e acquistato un piano di hosting, dobbiamo tirarci su le maniche e installare WordPress e configurarlo.

Ricordiamo che i passi fondamentali sono:

  • un nome di dominio (esempio: dominio.it)
  • un piano di hosting
  • il software WordPress
  • un buon template
  • le vostre idee

Nella prima parte abbiamo parlato di nome di dominio e piano di hosting, in questa seconda e ultima parte parleremo dell’installazione di WordPress, di un template e soprattutto delle idee da metterci.

Continua a leggereI passi fondamentali per aprire un blog WordPress – Parte II

I passi fondamentali per aprire un blog WordPress – Parte I

Come abbiamo già detto, esistono due tipologie di blog WordPress: quelli su wordpress.com che sono hosted, o meglio sono definibili come SaaS (Software as a Service: vi viene offerto un servizio, non un software da installare voi), e quelli self hosted (ovvero scaricati, installati e gestiti totalmente dall’utente).

In realtà esistono anche altre modalità quali wordpress.com VIP hosting e VIP support, che permettono di avere la sicurezza della versione hosted e la libertà di quella self hosted, ma con costi di decine o centinaia di migliaia di euro / anno, quindi credo per ora al di fuori della portata di molti dei lettori di ReteLab 🙂

Continua a leggereI passi fondamentali per aprire un blog WordPress – Parte I