Scegliere lo strumento adatto

Se volete creare un blog professionale, non esistono molte alternative: la soluzione è WordPress, nella versione self-hosted, ovvero quella che si scarica da wordpress.org e si installa sul proprio server. Esistono mercati di nicchia per particolari categorie, ma al momento attuale non c’è neanche bisogno di fare confronti o starci a pensare. Ho seguito il suo sviluppo e la sua espansione da quando è nato, mi piace il team che ci lavora e la sua filosofia (code is poetry).

WordPress è uno strumento diffusissimo, semplice da installare, configurare e gestire, dispone di migliaia di temi per personalizzare l’aspetto, migliaia di plugin per estendere le funzionalità, è diventato lo standard di fatto per gestire blog e anche siti con strutture complesse, e non si può sbagliare scegliendo di utilizzarlo.

Ma va bene per tutto? Ovviamente no. WordPress è specializzato a fare bene una cosa in particolare: gestire un blog, un magazine o un gruppo di blog.

Continua a leggereScegliere lo strumento adatto

Creare collage di foto su Mac

Nel post precedente abbiamo parlato di Photoscape, software per PC che ben si presta come alternativa a Picnik soprattutto nella creazione di collage fotografici.

Anche per gli utenti Mac che non vogliono usare Photoshop esistono un paio di buone alternative freeware: CollageIt e Picture Collage Maker Lite, entrambi disponibili in versione trial sia per PC che per Mac.

Continua a leggereCreare collage di foto su Mac

Creare collage di foto con Picasa

collage-fotografici-picasa

Come anticipato nel post Alternative a Picnik, non esiste un prodotto che eguagli la versatilità di questo strumento per la creazione di collage di foto. Tuttavia non tutte le speranze sono perdute, se avete necessità di creare collage fotografici per il vostro blog.

L’alternativa migliore a Picnik, su questo fronte, è rappresentata da Picasa, strumento di Google scaricabile gratuitamente online. Picasa permette di organizzare e raccogliere tutte le foto del vostro PC (anche se lo fa in modo disordinato, a mio avviso), ma soprattutto permette di utilizzare le funzioni di Picnik che Google ha acquisito da questo straordinario team di programmatori.
L’uso non è così semplice e immediato come poteva esserlo in Picnik, ma in previsione della chiusura primaverile di questo strumento, possiamo benissimo adattarci.

Continua a leggereCreare collage di foto con Picasa

Alternative a Picnik

picnick-chiude

[Aggiornamento 22 Giugno 2012oggi è stato rilasciato Ribbet! la VERA alternativa a PicnikRibbet! è la copia esatta di Picnik, e questa nota aggiorna il post precedente. Visitate il link all’articolo per conoscere Ribbet! e registrarvi gratuitamente.]

[Aggiornamento 27 Maggio 2012: PicMonkey si rivela essere la prima vera alternativa a picnik. Ha rilasciato la funzione collage fotografici. Per maggiori dettagli: Alternative a Picnik, PicMonkey]

***

Picnick chiude. La notizia, ufficializzata ieri, ha fatto il giro del mondo, e ha iniziato a creare scontento in migliaia di utenti affezionati, e paganti. Il team di Picnik era stato acquisito da Google un anno fa, e adesso chiude: pessima mossa del colosso Google, che stavolta ha fatto davvero una pessima mossa decidendo di far chiudere un servizio che funzionava bene ed era amato da tutti, molto utilizzato anche nella versione a pagamento.

Le motivazioni sono oscure, ma probabilmente il motivo principale è il desiderio di spostare il bacino di utenza sul suo social network (Google+) dato che alcuni degli strumenti di  editing di picnik saranno disponibili nel creative Google Kit disponibile appunto in Google+. Infatti il team di Picnik ieri pubblicava su blog.picnik.com:

Siamo entusiasti del divertimento che abbiamo già portato ai prodotti Google nel campo del photo-editing: nel creative kit di Google + potrete trovare molti dei vostri effetti Picnik preferiti. Vi invitiamo a visitare Google + e dargli un’occhiata.

Continua a leggereAlternative a Picnik

I migliori programmi online

Una volta il problema era trovare i programmi: c’erano un sacco di esigenze e mancavano gli strumenti giusti per soddisfarle. Ora il problema è il contrario: ci sono così tanti strumenti a disposizione che il problema è diventato capire quale scegliere fra le tante soluzioni offerte. Adattarsi ad usare uno strumento richiede tempo, e non c’è nulla di più odioso di aver dedicato del tempo ad utilizzare qualche programma per poi capire che era la soluzione sbagliata, e dover quindi trasferire i dati e i settaggi, e imparare una nuova metodologia.

Solitamente, per le leggi di mercato, le soluzioni migliori sono quelle a pagamento. Ma negli ultimi anni c’è stata una rivoluzione: molte aziende guadagnano per il semplice fatto di esserci, e di essere grandi, oppure per il fatto di avere business trasversali. Quindi per loro offrire strumenti gratuiti è fattibile, anzi aumenta il bacino di utenza a disposizione. Questo per spiegare che in alcuni casi si possono avere le soluzioni ottimali, e averle gratis. Bisogna però fare sempre attenzione perchè le aziende che possono offrire ottimi strumenti gratuiti senza chiedere nulla in cambio sono davvero poche.

Di seguito elencherò una serie di strumenti utili a risolvere specifici problemi, che secondo me sono tra i migliori sul mercato, e che io stesso utilizzo, così vi risparmio la fatica di cercare e di perdere tempo con gli strumenti sbagliati.

Continua a leggereI migliori programmi online

Dove trovare foto gratis per il blog

Se avete un blog avrete spesso necessità di utilizzare foto e immagini. Molti pensano che la soluzione sia semplice: “internet è piena di foto, posso usare ciò che voglio” – ma non è così! Ne abbiamo parlato approfonditamente nell’articolo: Il copyright su internet, e riassumo qui brevemente per ciò che riguarda le immagini.

Su internet esistono le stesse regole del mondo reale: non si possono mettere immagini di altri sul proprio sito a meno che non si abbia l’autorizzazione (che si può ottenere a pagamento o gratuitamente), o a meno che le immagini non siano di dominio pubblico.

quindi, a meno che non siano rispettate queste regole, sappiate che:

  • non si possono utilizzare foto e immagini prese da google images;
  • non si possono utilizzare immagini prese da altri siti;
  • non si possono utilizzare immagini scannerizzate da libri o riviste

Temi professionali per WordPress

 

Il punto di forza di WordPress è la semplicità con cui è possibile cambiare l’aspetto del sito semplicemente sostituendo il tema utilizzato.
WordPress è in assoluto la piattaforma con il maggior numero di temi a disposizione. Ne esistono moltissimi free, e molti vanno bene per progetti personali oppure se si ha molto temo a disposizione per adattarli alle proprie esigenze: se però si vuole un tema professionale, ben scritto, pronto per l’utilizzo, aggiornato e semplicemente configurabile, bisogna ricorrere a temi professionali, chiamati Premium themes.

Continua a leggereTemi professionali per WordPress

Come ottimizzare le foto per il blog con Irfanview

irfanview

Che tipo di editor / visualizzatore di immagini utilizzate, per ridimensionare e ritoccare le foto che pubblicate sul vostro blog?
Ci sono varie opzioni disponibili, in Rete e anche in locale, e oggi ve ne illustro una molto semplice e gratuita: IrfanView.
L’importante è usarne almeno una. Perchè?

Come abbiamo detto, un blog deve fornire esperienze significative a chi lo visita, e deve anche essere veloce e fruibile.
Ovvero: un blog con foto professionali è più bello, ed è piacevole visitarlo.
Inoltre, se le immagini sono elaborate bene, e soprattutto ridimensionate nel giusto modo, vengono caricate velocemente, riducendo così i tempi di attesa del lettore.

Ecco, infatti, alcune semplici regole che è bene rispettare quando si inserisce una foto sul web:
– utilizzate immagini ridimensionate: non importate sul blog immagini ad alta risoluzione o di dimensioni eccessive, ma riducete le foto PRIMA di caricarle sul server. La larghezza della foto, calcolata in pixel, deve corrispondere alla larghezza (in pixel) del content del vostro blog;
– utilizzate immagini a media risoluzione, per esempio con una qualità dell’80%;
– scegliete formati di immagine adatti al web, ovvero: .jpg per le foto e .png per gli screenshot o gli elementi grafici;
– elaborate le foto con alcuni aggiustamenti minimi, per esempio: esposizione, curve, contrasto…

Continua a leggereCome ottimizzare le foto per il blog con Irfanview